Privacy Policy
Semplici buste con un bel nastro grigio e una matita argentata. Puoi utilizzare buste bianche da ufficio per imparare a gestire i tuoi soldi con il metodo elle buste
  1. Crea le tue categorie e le tue buste
  2. Determina quanto denaro destinare per ciascuna categoria, ogni mese
  3. Riempi le tue buste con la somma che hai stabilito
  4. Copri le tue spese utilizzando esclusivamente il cash a tua disposizione
  5. Monitora e modifica secondo le esigenze

Il sistema delle buste è un modo di fare budgeting con il contante adatto a tutti. E un modo efficace per risparmiare ogni mese,

Imparare a gestire i tuoi soldi con questo metodo potrebbe essere la tua svolta in fatto di risparmio. Che ti permetterà di creare contemporaneamente un budget che funziona e tenere sempre sotto controllo le tue spese.

Sei pronta a scoprire tutto?

Andiamo!

Che cos’è il metodo delle buste, come funziona e in che modo può cambiarti la vita?

La gestione del contante con le buste è esattamente quello che sembra.

Cioè suddividere il denaro per voci di spesa e conservarlo in diverse buste.

Molto popolare, oggi, in realtà era il modo con cui le nostre nonne si assicuravano di avere sempre a disposizione la somma necessaria per pagare tutti i conti di casa.

Se questo da un lato lo rende molto appetibile ai nostri occhi ( chi meglio delle nostre nonne sapeva ottimizzare i pochi soldi che avevano a disposizione?), dall’altro lo ha culturalmente relegato nell’angolo, come metodo “da vecchie casalinghe”. Facendone la cenerentola in materia di gestione delle finanze personali.

In realtà le buste sono uno strumento efficacissimo per tenere sotto stretto controllo i soldi che entrano ed escono. Ridando una dimensione fisica al denaro.

E funziona, praticamente per tutti. Con qualsiasi sistema di budgeting (50/20/30, 80/20, 70/20/10, e così via)

Persino il grande Dave Ramsey lo annovera fra i sistemi più efficaci per risparmiare. e uscire dai debiti.

Si tratta di un sistema molto semplice che ti permette di tenere sotto stretto controllo i tuoi soldi, tracciando quanto denaro hai a disposizione in ogni momento per ciascuna categoria di spesa. Senza dover ricorrere a complicati fogli di lavoro.

Questo è il suo principale punto di forza.

L’altro è il fatto che utilizzando denaro “vero”, cioè fisico, ogni spesa viene ponderata di più. Aiutando in questo modo ad evitare spese eccessive e acquisti impulsivi.

Infatti, anziché strisciare il tuo bancomat o la tua carta di credito ( dimenticando un minuto dopo la spesa), sarai costretta a tirare fuori i soldi dal tuo portafoglio per avere ciò che stai acquistando.

E questo, ti garantisco, cambia di molto la prospettiva, facendoti riflettere attentamente su quanto effettivamente stai spendendo e se ne vale davvero la pena.

Naturalmente, anche questo metodo ha i suoi limiti. Ma li vedremo più avanti.

Ora concentriamoci sul funzionamento.

Semplici buste di tutte le forme e misure a colori tenui e bianche
Come gestire lo stipendio? Con il metodo delle buste: semplice, intuitivo ed efficace

Come funziona il budget con le buste?

Dividi i contanti che ti servono per le spese in tante buste quante sono le tue categorie.

Man mano che ti serve denaro per affrontare una spesa prelevalo e annota quanto rimane del budget che avevi destinato a quella categoria.

Quando hai terminato i soldi dovresti smettere di spendere per quella voce, fino al prossimo ciclo o stipendio.

In realtà, soprattutto all’inizio è facile destinare somme non adeguate a categorie essenziali, come la spesa alimentare piuttosto che quella relativa al carburante.

Solo in questi casi, puoi attingere da altre buste dedicate ad acquisti dei quali puoi fare a meno.

Una cosa, però ti sconsiglio assolutamente.

Ricorrere al bancomat. Con la promessa di ripianare il prelievo al prossimo stipendio

Non solo non accadrà, ma non metterai in campo la tua intelligenza finanziaria per risolvere il problema.

E il mese successivo ti ritroverai con quella cifra in meno e la stessa situazione. ( per inciso è proprio su questo che si fondano le carte di credito, i prestiti e la tua difficoltà a risparmiare)

Il metodo del budget con le buste, in realtà, serve proprio a questo.

Per migliorare, ottimizzare, e imparare a gestire i tuoi soldi in modo da vivere con le tue risorse.

Detto questo passiamo ad analizzare punto per punto i 5 step che ti permetteranno di creare il tuo budget con le buste e gestire con successo i tuoi soldi. Risparmiando.

Imparare a gestire i tuoi soldi con il metodo delle buste step 1 e 2: crea le tue categorie e determina il budget

Creare le categorie è forse il lavoro più complesso di tutto il sistema. E quello che richiede più tempo.

Infatti necessita di precisione, sperimentazione e un passaggio preliminare. Che d’altronde è comune a qualsiasi percorso di risparmio ( e non solo), se vuoi avere successo.

Prima di iniziare, infatti, è opportuno tracciare tutte le tue spese e riflettere sulle tue abitudini.

E’ la base senza la quale qualsiasi sistema tu utilizzerai è destinato a fallire in breve tempo.

Solo in questo modo potrai effettivamente sapere quali categorie ti servono davvero e quali spese puoi accorpare.

Quindi mano al tuo diario finanziario ( qui trovi un approfondimento su questo incredibile strumento) o, se ancora non lo hai, anche a un semplice block notes ( ma che sia bello!) e comincia a registrare tutte le tue spese per almeno un mese.

Mi raccomando, quando dico tutte, intendo proprio tutte:

  • Quelle automatiche. Consulta il tuo estratto conto quotidianamente
  • Le spese quotidiane compreso caffè ( anche alla macchinetta in ufficio). Per fare questo ti consiglio di raccogliere tutti gli scontrini della giornata e registrarli alla sera.
  • Gli eventuali imprevisti

E così via.

Alla fine del mese dovresti avere una panoramica dettagliata di dove sono finiti i soldi del tuo stipendio.

Mi raccomando niente rimorsi e lagnanze! Guarda avanti e pensa che stai cambiando la tua vita finanziaria e che gli errori sono necessari per migliorare.

Una volta ottenuto questo materiale hai tutto quello che ti serve per definire le categorie che andrai a scrivere sulle tue buste. Abbi pazienza ancora un attimo e ti spiegherò anche questo passaggio.

Nel frattempo, però, dai un’occhiata a questa lista che ho preparato per te e sfruttala per ispirarti.

La lista delle categorie

  • Carburante
  • Spese alimentare ( supermercato, drogheria, ortofrutta, macelleria, pescheria…)
  • Spese mediche e farmacia
  • Manutenzione auto e casa
  • Imprevisti
  • Pet e animali domestici
  • Abbigliamento
  • Cura di sé ( estetista, palestra, corso di Yoga…)
  • Divertimento ( cinema, hobby, viaggi, uscite a cena…)
  • Regali

Per le mamme potrebbero essere interessanti anche queste voci

  • Baby sitter
  • Asilo nido
  • Attività figli
  • Tasse scolastiche e libri
  • Accantonamento per gli studi futuri

Sembrano tante, ma considera che ne userai solo una parte.

Vediamo quali.

Il passaggio preliminare di questo metodo richiede che tracci le tue spese per almeno un mese su un block notes o un'agenda. Usa una matita per le tue registrazione
Utilizza un block notes o il tuo diario per tracciare le tue spese e definire le categorie

Quante categorie e quante buste dovrai inserire nel tuo sistema?

Di norma non più di 5, al massimo 7.

Il mio consiglio è sempre di tenere tutto il più semplice possibile. Farai molta meno fatica a imparare a gestire i soldi e a tenere le spese sotto controllo.

Tuttavia, non dimenticare che avere troppe poche buste potrebbe farti trascurare voci che per te sono importanti.

Come ovviare la problema?

Ti suggerisco di automatizzare alcune spese fisse ( se non lo hai già fatto)

  • Affitto/ mutuo
  • Bollette ( internet, gaso, elettricità, telefono, cellullare)
  • Eventuali finanziamenti
  • Accantonamento mensile

Calcola quanto ti serve per coprire queste uscite, preleva la restante parte e utilizzala per le spese correnti ( spesa alimentare, carburante etc).

Dividila per tutte le categorie che hai individuato. E utilizza quelle somme per fare gli acquisti.

Naturalmente questa è una fase che richiede aggiornamenti, soprattutto all’inizio.

Infatti potresti aver sovrastimato una categoria a discapito di un’altra. Non ti preoccupare è normale!

Sperimenta e non aver paura di cambiare in corso d’opera. E’ solo così che troverai il giusto equilibrio e il budget che fa per te.

Step 3: riempi le tue buste con la somma che hai deciso

E ora, è finalmente giunto il momento di riempire le tue buste.

Prima di tutto imposta un limite alle tue spese.

Questo passaggio è cruciale e il cuore di tutto il tuo sistema. Quello insomma che ti aiuterà ad essere consapevole del tue finanze e a tenere sotto controllo gli impulsi “pazzerelli”. Facedonti risparmiare un sacco di soldi.

E’ così che potrai imparare a gestire i tuoi soldi, ottimizzando ogni singolo centesimo, per essere più serena.

Settimana dopo settimana.

Mese dopo mese.

Inizia prendendo spunto dal ciclo di spese che hai registrato e fissa dei limiti di budget.

Basati su quello che puoi effettivamente permetterti e non su ciò che ti piacerebbe assegnare per ogni categoria ( specie quelle più piacevoli)

Parti dalle spese essenziali e irrinunciabili come la spesa alimentare, il carburante e poi valuta tutto il resto. A seconda del tuo stile di vita.

Vivere al di sotto o con i propri mezzi è davvero un sollievo impagabile e ne beneficeranno tutti gli aspetti della tua vita!

Se poi, facendo i conti, dovessi renderti conto che rispettare i tuoi limiti di spesa è troppo difficile, niente paura! C’è una soluzione anche per questo.

Prova a valutare l’opportunità di crearti un’entrata extra sfruttando qualche competenza che già possiedi. O anche qualche passione.

Ad esempio sei brava con le lingue straniere?

Puoi dare ripetizioni. Con l’avvento di internet sono moltissimi i market place che puoi utilizzare. Oppure sfrutta il passaparola, soprattutto fra le mamme dei compagni dei tuoi figli.

Se sei proprio brava, potresti effettuare traduzioni. Questa è una competenza molto ben pagata specie se sei altamente specializzata. Anche qui puoi avvalerti dei market place dedicati.

Questo è solo un esempio.

Le possibilità sono infinite e aspettano solo che tu le colga!

Detto questo passiamo al prossimo step.

Imparare a gestire i tuoi soldi step 4: copri le tue spese utilizzando esclusivamente il cash a tua disposizione

Se hai seguito tutti i passaggi, a questo punto dovresti avere i tuoi soldi inseriti nelle buste e ben pianificati.

Ora sei pronta per iniziare il tuo primo ciclo di spesa con le buste!

Sei emozionata?

Pensa che con questo metodo potresti cambiare, davvero, la tua vita e iniziare a risparmiare per i tuoi obiettivi!

Non ti resta che spendere diligentemente i soldi contenuti nelle buste e rimanere entro i limiti che ti sei prefissati.

Lo scopo di questo step è imparare a gestire i tuoi soldi facendoli bastare.

Quindi, di nuovo, attiva la tua intelligenza finanziaria e metti in campo tutti i trucchi che ti vengono in mente per farti bastare i soldi che hai pianificato di spendere.

Se, alla fine del mese, avanza una somma di denaro ( piccola o grande che sia) hai a disposizione 3 possibilità

  1. Implementare il tuo fondo risparmi
  2. Iniziare a creare il fondo emergenza. Se ti fa piacere approfondire, ti ho parlato qui dell’importanza di questo strumento e come iniziare a creane uno, nel mio post dedicato.
  3. Inserirlo nel tuo nuovo ciclo di spese. Ad esempio nella categoria “imprevisti” che ti consiglio di avere sempre. Credimi, ti fa vivere mooooolto più rilassata!
Un set di semplici buste bianche e una matita nera minimal su un tavolo di legno scuro

Step 5: per imparare a gestire i tuoi soldi al meglio con il metodo delle buste, monitora e modifica

Ed eccoci giunti all’ultimo step.

Mentre stai già utilizzando il metodo delle buste è importantissimo mantenere la mente aperta.

E adeguarti alle esigenze e agli imprevisti che non avevi calcolato.

Questo è un momento molto delicato.

Quindi è assolutamente importante che tu tenga a mente il fatto che non puoi aspettarti di creare il budget perfetto al primo colpo.

Anzi.

E’ impossibile!

Potresti aver ecceduto su alcune categorie ed essere rimasta troppo stretta su altre. Anche se hai fatto on ottimo lavoro di tracciamento.

Oppure, potresti scoprire spese a cui non avevi dato peso e che, invece, sono importanti per te.

Monitora con attenzione e modifica senza indugi.

Solo così troverai il giusto compromesso fra entrate e uscite. E riuscirai a far funzionare il tuo budget.

Svantaggi del budget con le buste

Come tutti i metodi, anche il sistema del budget con le buste ha i suo limiti.

Sono sostanzialmente 2

  1. Avere il contante in tasca
  2. Effettuare i pagamenti online

ma sono facilmente ovviabili.

Vediamo subito come.

Effettuare pagamenti online se usi il contante

Effettivamente si tratta di un limite che può tramutarsi in una scocciatura.

Ma anche qui esiste una soluzione.

Anzi due.

  1. Attivare una prepagata su cui versare la somma che si desidera utilizzare per l’acquisto sottraendola al contante nella corrispondente busta. E’ la soluzione più immediata ed indicata, perché non si perde quella sensazione fisica che rende questo metodo efficace. E limita lo shopping incontrollato durante le notti insonni!
  2. Utilizzare il sistema delle “buste virtuali” attraverso app dedicate che puoi trovare gratuitamente su Play Store digitando “cash envelope”. Oppure aprendo un conto per ciascuna categoria e prelevando con carta di debito. Esistono anche alcuni conti correnti che consentono l’apertura di sottoconti. Personalmente te li sconsiglio entrambe. Soprattutto se sei all’inizio. Nel primo caso, a meno che tu non sia nativo digitale, è un’inutile complicazione. Mentre uno degli scopi, quando si fa budget, è tenere tutto il più semplice e lineare possibile. Nel secondo avere più conti significa anche avere più spese e tu sei qui per risparmiare! Infine, usando le carte di debito perdi il senso della spesa che ti fa riflettere.

Portare con sé i contanti

Questo limite è facilmente ovviabile pianificando le spese.

Così sarai costretta a portare con te solo quello che effettivamente ti serve per effettuare gli acquisti di quella o quelle specifiche categorie.

In realtà esistono portafogli appositamente studiati per fare budgeting con le buste. Facilmente reperibili online. Anche Dave Ramsey ne ha studiato uno appositamente per questo sistema di budgeting.

Tuttavia, per come la vedo io, non la trova una scelta funzionale.

Perché portarsi appresso tutti i contanti non è mai sicuro.

Poi, perché viene a meno a quella funzione di controllo delle spese che è invece uno dei benefici del metodo.

E questo mi da il “la” per portarti dritta dritta al prossimo paragrafo dove troverai alcuni suggerimenti utili per creare il tuo sistema di buste.

Per risparmiare con le buste e imparare a gestire i tuoi soldi con il metodo delle buste prendi un bel pennarello colorato, questo è verde, un semplice foglio A4, un righello e cerca un template su internet. Costruisci da sola il tuo set di buste
Crea il tuo set di buste da sola: divertiti e risparmia

Dove trovare le tue buste

Questa è la parte divertente e creativa, perché hai davvero diverse opzioni, per tutte le tasche!

Infatti

  • Puoi utilizzare semplici buste bianche da ufficio
  • Riciclare quelle che ti arrivano con la posta e abbellirle con belle etichette che tu stessa puoi confezionare usando la carta dei regali o altro. A me piacciono moltissimo quelle fatte con la carta dei sacchetti della frutta strappata a mano. Un po’ si colla, un pezzo di scotch alto per proteggere la scritta e il gioco è fatto. A costo assolutamente zero!
  • Acquistarle on line su Amazon, Etsy e simili
  • Crearle tu stessa. Sul web puoi trovare tantissimi template gratuiti da scaricare e utilizzare per creare bellissime buste colorate che, sicuramente, renderanno il tuo budget più divertente e leggero.

Nei commenti qui sotto, fammi sapere se ti farebbe piacere approfondire questo angolo di fai da te con le buste. Ho moltissime idee, template e altro, che ho sperimentato nel tempo e che mi piacerebbe mettere a tua disposizione in un prossimo articolo o in una risorsa gratuita da sfruttare illimitatamente.

Affrontata anche la parte pratica e creativa, prima di salutarti, vorrei lasciarti con una riflessione sul perché dovresti provare a usare questo sistema e alcuni suggerimenti utili per iniziare subito con il piede giusto.

Sia che tu sia principiante o che possegga già alcune conoscenze.

Seguimi!

Perché dovresti imparare a gestire i tuoi soldi con il metodo delle buste?

Eccoti 9 buoni motivi per cui dovresti imparare a gestire i tuoi soldi con il sistema delle buste

  1. E’ un metodo semplice e immediato che funziona con tutti.
  2. L’uso del contante ti aiuta a tenere sotto controllo le spese senza complicati fogli di calcolo
  3. Riduce drasticamente l’utilizzo di carte di debito e credito. Quindi anche l’impulso verso lo shopping impulsivo.
  4. Permette di spendere serenamente. Avendo deciso a monte quanto e dove, quando prelevi dalle tue buste sei rilassata sapendo che si tratta di una spesa pianificata. E che avrai ciò che ti serve per affrontare la prossima
  5. Una più oculata pianificazione ti garantirà di avviare quel fondo di emergenza che da tempo rimandi e che è così cruciale per vivere più serenamente la vita di tutti i giorni
  6. Evita lo spreco.
  7. Ti responsabilizza difronte alle spese. Ti ricorda che il risparmio dipende unicamente da te, da come organizzi le tue uscite economiche e dalla tua capacità di trovare trucchetti che ottimizzino ciò che hai a disposizione
  8. Ti permette di creare un budget realistico in poco tempo. In modo immediato e semplice. Evitando complicate registrazioni e tabelle confusive.
  9. Infine, ma non per importanza, facendo budget con le buste non dimenticherai più di effettuare i pagamenti. Con tutte le spiacevoli e onerose conseguenze.
Per tracciare le spese del mese precedente ti bastano fogli di carta una matita e un temperino di metallo.
Qualche foglio e una matita: prendi appunti e inizia fina da subito a risparmiare

Imparare a gestire tuoi soldi con le buste: 7 suggerimenti imperdibili

Eccoci alla “quasi fine” di questa maratona fra denaro e buste.

Ma prima di salutarti voglio lasciarti alcuni consigli che, sono certa, ti aiuteranno a partire nel modo migliore e ad avere successo nel tuo percorso di risparmio verso i tuoi obiettivi.

Sia che tu sia una principiante, una delusa del budget, una scettica o qualcuno che, semplicemente sta sperimentando i diversi metodi prima di scegliere.

  1. La primissima cosa che mi sento di suggerirti è di non avere fretta. Prenditi tutto il tempo che ti serve per tracciare le tue spese, definire le categorie e stabilire il tuo budget. Anche se ti sembra che stai perdendo tempo, lo recupererai successivamente, quando dovrai semplicemente modificare solo alcuni aspetti. E non dovrai ricominciare tutto da capo.
  2. Un’altra cosa che devi assolutamente fare all’inizio, sia che tu sia principiante o esperta, è monitorare con attenzione, settimanalmente se puoi, come stai utilizzando il denaro contenuto nelle buste. Per poter fare tempestivamente le modifiche necessarie e non trovarti a soffrire della “sindrome della quarta settimana”. Una volta che avrai trovato la giusta combinazione potrai allentare il controllo.
  3. Non portare mai le tue buste appresso. Preleva solo quello che ti serve e lascia il resto a casa. Sarai più sicura e meno tentata di spendere per qualcosa di cui, alla fine, non hai veramente bisogno.
  4. Una volta pianificato tutto, sia la parte automatica che quella in contante, prendi bancomat e carta di credito e nascondile in fondo ad un cassetto. Lasciale lì fino alla prossima pianificazione. Come si dice “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
  5. Inizia il tuo percorso utilizzando buste di riciclo. Non investire, anche se sei tentata, in gadgets e soluzioni esteticamente belle, prima ancora di sapere se questo metodo ti piace. Per implementare l’organizzazione hai sempre tempo. Piuttosto scatena la tua creatività! E’ un buon modo per tenersi impegnate, ad esempio durante uno no spend day, a costo zero. Ed evitare di spendere per altro.
  6. Imposta dei limiti di budget per ogni categoria ma non esitare a fare le modifiche necessarie. Dove per necessarie si intendono i casi in cui hai attribuito troppo ad una voce e poco ad un’altra, nell’ambito di quelle essenziali e irrinunciabili. Se hai destinato un budget striminzito alla categoria divertimento o abbigliamento non effettuare modifiche. Piuttosto sii creativa e trova il modo di risparmiare sulle altre voci, in modo da avere un budget più sostanzioso il mese successivo. E’ un’ottimo esercizio di pianificazione che, nel tempo, ti darà grandi soddisfazioni in termini di risparmio e di acquisti.
  7. L’ultimo suggerimento che mi sento di darti è “Sii creativa”. Metti in campo tutta la tua inventiva per sfornare strategie che ti permettano di rimanere al di sotto, o almeno in pari, con le risorse a tua disposizione. Prova a fare da te quello che ti manca. Non hai idea di quante cose possiamo evitare di comprare, risparmiando moltissimi soldi e divertendoci un sacco.

Conclusioni

E ora siamo arrivati davvero alla fine di questo lungo percorso.

Se mi hai seguito fin qui, non posso che ringraziarti!

E lasciarti un piccolo omaggio.

Infondo all’articolo troverai una risorsa da salvare sul tuo desktop e stampare per avere sempre sottomano gli step di questo metodo.

Imparare a gestire i tuoi soldi non è impossibile. Soprattutto se hai a disposizione strumenti giusti e semplici da utilizzare.

Fare budget con le buste fa parte di questi.

E io spero di averti fornito spunti utili per iniziare a fare budgeting e risparmiare con successo.

Come hai potuto vedere anche questo metodo ha i suoi limiti, tuttavia è un sistema semplice, immediato ed efficace.

Perfetto se sei una principiante, ma ottimo anche da integrare ad altri tipi di budget per ottimizzare al massimo il risparmio e controllare le spese.

Se mi leggi sai che a me piace contaminare. Quindi ti confesso che io utilizzo questo metodo da anni, in associazione all’80/20. Con ottimi risultati.

Penso sinceramente, quindi, che potrebbe essere una buona opzione anche per te!

Fammi sapere nei commenti se hai iniziato a usare questo strumento e come ti stai trovando. Contattami per scambiare quattro chiacchere fra donne.

E non dimenticare, mi raccomando, di continuare a leggere il mio blog!

A presto

Emi

Percorso con i 5 step per imparare a gestire i tuoi soldi con il metodo delle buste
Mappa concettuale tascabile del metodo delle buste per non sbagliare una mossa

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy