Un semplice ramo in un bicchiere di acqua trasparente è minimalismo finanziario

Quando cerco di rispondere alla domanda “Come gestire i soldi?” l’unica cosa sensata che mi viene in mente è con semplicità ed essenzialità: in una parola “minimalismo finanziario”.

Less is more

Ludwig Mies Van der Rohe

Troppo spesso scegliamo strade complicate che portano a cose più grandi di noi, difficili da gestire.

In questo modo non riusciamo a raggiungere gli obiettivi, demoralizzandoci e mollando, magari ad un passo dalla meta.

Ciò di cui abbiamo bisogno, invece, è semplicità.

Azioni semplici come riordinare e organizzare la vita quotidiana, le emozioni così come la gestione delle nostre finanze.

Il minimalismo risponde pienamente a questa esigenza.

Ed è chic!

In questo post troverai la risposta a molte domande:

  • Che cos’è il minimalismo
  • Quali vantaggi e benefici si possono ottenere
  • Come applicare il minimalismo alla finanza personale
  • Come iniziare ad essere finanziariamente minimalisti
  • Quali sono i vantaggi
  • Che cosa deve contenere la toolbox del minimalista finanziario

Minimalismo

Prima di applicarlo alla finanza personale, cerchiamo di capire di che cosa si tratta, cosa non è e quali sono i benefici.

Naturalmente, se sei già un’esperta, sentiti autorizzata a saltare questi due primi paragrafi introduttivi e vola a curiosare in quelli che trattano degli argomenti specifici!

Detto ciò cerchiamo di dare una definizione.

Noto in ambito artistico, letterario, musicale e architettonico, il minimalismo ha investito pressoché tutti gli ambiti della vita quotidiana diventando una vera e propria filosofia di vita dedita all’essenzialità e alla funzionalità.

Lo scopo è valorizzare solo ciò che è davvero importante.

Per questo motivo non va confuso con la frugalità, soprattutto quando si parla di minimalismo finanziario.

Si tratta di un percorso attraverso il quale si riducono i beni materiali a ciò di cui si ha realmente bisogno, ma non il costo di questi beni.

Ad esempio.

Hai necessità di acquistare un nuovo impermeabile

Se scegli quello che costa meno, a prescindere dal valore estetico e funzionale che ha per te, questa è frugalità.

Diversamente se nell’acquisto valuti l’utilità, la bellezza, il tessuto, la durata, la funzione e il valore che riveste per te, a prescindere dal prezzo, stai operando una scelta consapevole ed essenziale, cioè minimalista. A patto che si tratti di reale necessità.

Che cosa vuol dire?

Acquistare meno, spendere meglio e ottenere oggetti di reale valore, capaci di appagarti e accompagnarti per lungo tempo senza la necessità di accumulare. Ed essere chic, sempre e in ogni situazione.

Soprattutto più ricca.

Convieni con me che un bel Burberry, nell’esempio dell’impermeabile, ha un valore, durata, appagamento ben diverso di un qualunque impermeabile low cost che probabilmente si rovinerà dopo poco, lasciandoti delusa e insoddisfatta.

Se poi riesci a trovare oggetti di valore a basso prezzo hai fatto “Bingo”, ma devono essere davvero importanti per te.

Minimalismo e decluttering

Una bella scrivania chiara con bei quaderni e penne ordinati, una pianta verde e belle luci dorate è parte irrinunciabile del minimalismo finanziario.
Una bella scrivania ordinata aumenta la produttività e la creatività

Avrai capito che si tratta di semplificare: avere meno oggetti ma funzionali e organizzati in base al tuo stile di vita.

Organizzazione fa rima con ordine. E ordine con decluttering.

Non si può avere semplificazione senza eliminare il superfluo!

Lo scopo è far spazio, fisico e mentale, a ciò che conta veramente e potersi focalizzare più efficacemente sugli obiettivi

Eliminare ciò che non conta o che non è più funzionale non solo riordina lo spazio fisico ma apre a spazi mentali più leggeri e creativi.

A chi non piace sedersi ad una scrivania ordinata in un ambiente piacevole e luminoso? E quanto questo influisce sia sull’umore che sulla produttività?

Marie Kondo parla diffusamente di questo aspetto e dei benefici che apporta alla mente e alla vita quotidiana nel suo libro “il Magico potere del riordino” . Se non lo hai ancora fatto ti consiglio di leggerlo: è illuminante!

I 5 benefici del minimalismo

Un bel libro con una tazza di thè e il profumo dei fiori freschi: il relax è uno dei benefici del minimalismo finanziario
Un buon libro, thè e relax
  • Meno stress. Meno cose da gestire implica meno pensieri ed obblighi e dunque meno lavoro mentale.
  • Più relax. Se il lavoro occupa un terzo della tua vita, il tempo libero rimanente spesso si affolla di mille impegni trasformandosi in una forsennata corsa ad ostacoli. Eliminando ciò che non è veramente importante per te, recuperi il controllo sul tuo tempo.
  • Più leggerezza. Togliere dalla tua “to do list” impegni inutili e poco entusiasmanti alleggerisce le giornate . E impari a dare il giusto peso alle cose.
  • Chiarezza mentale. Se riduci, ritrovi spazio per pensare senza distrazioni e focalizzarti sui tuoi veri obiettivi.
  • Libertà di essere te stessa. Tagliando il superfluo si genera lo spazio necessario per ritrovarti, per avere energia e soprattutto più soldi da dedicare alle cose che ami davvero e che sono importanti per te.

Ordine, organizzazione , spazio fisico e mentale, tempo e chiarezza : in che modo questo si inserisce nella gestione della finanza personale?

Minimalismo finanziario

Ecco, questi sono i benefici.

Ma in che modo il minimalismo porta risparmio e più soldi ?

E come si applica alla gestione della finanza personale?

Semplice.

  • Compra solo quando serve
  • Risparmia
  • Investi

E’ quello che faceva mia nonna e tutti i nostri nonni!

La finanza personale, in realtà, è semplice.

Si basa su:

  • Entrate
  • Uscite
  • Risparmio
  • Investimento
  • Rendimento
  • Tempo

La gestione richiede, quindi, strumenti semplici:

  • Organizzazione
  • Ordine
  • Obiettivi consolidati
  • Un buon budget
  • Determinazione
  • Conoscenza degli strumenti di investimento. Mia nonna aveva solo i BOT ed era più facile. Noi invece abbiamo accesso ad un mondo di strumenti finanziari. Per questo è una buona idea investire su una valida formazione e spendere un pò di tempo a studiarli, magari affiancandoci ad un buon consulente finanziario indipendente.
  • Pazienza

Più semplicemente, richiede di delineare e definire buoni obiettivi , fare ordine e organizzare la vita in modo funzionale. Accoppiare gli strumenti adatti al loro raggiungimento e avere pazienza.

una bella agenda aiuta a pianificare e organizzare la meglio. Un passo necessario per ottenere il minimalismo finanziario
Agenda e attenta organizzazione

Il percorso verso il minimalismo finanziario

Anche questo è piuttosto semplice.

Eccoti 8 passi che ti aiuteranno ad essere finanziariamente minimalista:

  1. Organizzati

Sfoltisci la tua agenda e fai spazio alla riflessione. Impara ad usare le liste, soprattutto quelle della spesa e sforzati di ragionare sugli acquisti futuri.

2. Fai ordine

Intendo fisicamente, nei tuoi spazi. Se hai tutto a portata di mano eviti inutili spese doppie.

Ti faccio un esempio.

Devi cambiare una lampadina. Se hai un luogo preciso dove riponi tutto l’occorrente elettrico, troverai immediatamente ciò che ti serve. Diversamente sarai costretta a comprarne una nuova, spendendo denaro inutilmente.

E non vale la frase “ tanto ne ho una in più”. Se non impari ad essere ordinata, la prossima volta sarà lo stesso! E in più continuerai ad accumulare.

3. Rallenta

Fai decluttering nella tua agenda e trova il tempo per ragionare sui tuoi obiettivi.

Prendi taccuino e penna, bellissimi mi raccomando, e pianifica il tuo futuro.

Come?

Vola al post ” Pianificazione finanziaria semplice e fai da te” che ho scritto. E’ più facile di quello che pensi!

4. Compra meno ma bene

Qui entra in gioco il concetto di ammortamento, che i nostri nonni senza laurea in economia conoscevano molto bene e applicavano ad arte.

Che cosa significa?

Ripartire il costo di un bene su diversi esercizi, cioè nel tempo.

Ecco un esempio chiarificatore.

Hai bisogno di un paio di scarpe.

E’ meglio comprarne un paio che costa 50 euro che butti via dopo qualche mese o uno che ne costa 300 e dura 5 anni?

Sicuramente quello che costa 300 euro.

Infatti una spesa di 300 euro spalmata su 5 anni implica un’uscita pari a 60 euro l’anno. Nel caso in cui spendi 50 euro ma se sei costretta dopo poco a spenderne altrettanti, avrai sostenuto una spesa pari a 100 euro. Non un vero e proprio affare.

Questo si chiama ammortamento e ti permette di risparmiare tantissimi soldi.

Pensa se lo adotti per tutto comprando solo ciò di cui hai realmente bisogno…

Ti circonderai di cose bellissime, di classe e avrai risparmiato moltissimi soldi!

5. Acquista solo quello che consumi.

Soprattutto quando si tratta di spesa alimentare. Ricorda che quello che non utilizzi è denaro e tempo gettato nella pattumiera. Non ne vale la pena.

6. Compra quando hai reale necessità

Non essere preda della frenesia dello shopping ti da un vantaggio enorme permettendoti di ragionare lucidamente sull’acquisto e spuntare il miglior rapporto qualità, soddisfazione e prezzo.

Potrai goderne appieno, per lungo tempo e senza rimorsi postumi.

A me capita con un oggetto in particolare: il mio rossetto. Ti ho raccontato la sua storia quando ti ho parlato di come si può sopravvivere alle giornate no.

E’ un acquisto piuttosto costoso ma di grande valore che effettuo solo quando ho necessità ( cioè quando è finito), ma non ho rimorsi. Mi appaga, mi fa risparmiare e non mi spinge ad acquistare altro. Infatti nella mia trousse entrano al massimo 1 o 2 rossetti, ottimi, che durano a lungo anzichè 10 che si esauriscono velocemente.

7. Applica la regola “Less is more”

Possedere meno ma di qualità e valore riduce i tempi e le spese di manutenzione, tempo che puoi monetizzare accrescendo il tuo flusso in entrata con un pò di creatività oppure per dedicarti a cuor leggero alle cose che ami.

8. Risparmia e investi

Tutto ciò che riuscirai a risparmiare seguendo le regole del minimalismo finanziario, ti garantisco che è molto, investilo e fallo lavorare per te.

Una buon investimento iniziale e che mi sento di consigliarti è quello su te stessa.

Pianifica una piccola formazione. Affiancati ad un educatore finanziario e a un consulente indipendente. Gli strumenti a disposizione sono davvero molti e mantenere la retta via non sempre è facile, anzi è la cosa più difficile. Avere professionisti accanto ti aiuterà a non commettere errori e a raggiungere più velocemente i tuoi obiettivi.

Vantaggi del minimalismo finanziario

  • Semplicità. E’ sufficiente un buon budget, quello che funziona meglio per te, e una seria pianificazione per gestire entrate, uscite e risparmio.
  • Razionalità, Ordine e organizzazione alleggeriscono i processi con impensabili benefici sia finanziari che di vita quotidiana.
  • Conferimento di significato al denaro che diventa un mezzo potente per trasformare la tua vita positivamente.
  • Focalizzazione. Meno stimoli significa maggiore concentrazione su pochi obiettivi importanti più facilmente raggiungibili.
  • Abbassamento dei livelli di stress. Riordinare e pianificare elimina la sensazione di mancanza di controllo e permette quelle azioni di risparmio grazie alle quali potrai avvantaggiarti di piccoli gruzzoli per affrontare imprevisti e spese non pianificate. Insomma mai più con la paura di non arrivare a fine mese!
  • Creatività. Il minimalismo finanziario ti insegna l’abitudine ad accantonare una somma destinata al risparmio subito e obbliga ad arrangiarsi con quello che resta. In questo modo metti alla prova la tua capacità di inventare soluzioni. Ad esempio se ti servono nuove sedute per il terrazzo perchè non valuti di utilizzare i pallet: sarà chic e avrai speso solo per un pò di vernice e un paio di cuscini. Un bel risparmio, non trovi?
  • Imprenditorialità. Nel momento in cui si investi il tuo denaro ti misuri con molte soluzioni diverse alla ricerca di fondi e di strumenti adeguati alle tue necessità. In sostanza ti comporti come una vera e propria imprenditrice di te stessa e ti alleni a riconoscere opportunità. Questo cambio di mindset puoi utilizzarlo con successo per generare entrate extra. Perchè non investi una parte dei tuoi risparmi creando un secondo lavoro? Potresti accedere ad una specifica formazione che ti permetta di professionalizzare un tuo talento con cui creare un’ attività che generi un flusso economico in entrata e tanto appagamento!

E ora… la toolbox

La cassetta degli attrezzi del minimalismo finanziario è semplice un pò retrò e contiene l'essenziale per raggiungere gli obiettivi
La cassetta degli attrezzi

Nella cassetta degli attrezzi di una minimalista finanziaria non c’è molto: solo l’essenziale.

Pochi strumenti giusti, di facile gestione e a portata di mano, in grado di portare ad obiettivo serenamente.

Vediamo quali.

Conto corrente

E’ indispensabile per gestire entrate, uscite e risparmio.

Basic e a basso costo, ti consiglio di non averne più di 2:

  • uno per la gestione delle spese quotidiane
  • uno per il risparmio. E’ molto utile per agevolarti negli investimenti.

Se ti va di approfondire, nel mio articolo “Il conto corrente: 10 cose che devi sapere” troverai una miniguida su tutto quello che ti serve per toglierti qualche dubbio e fare la scelta migliore.

Conto deposito

Non proprio di moda come qualche anno fa, è molto utile alla minimalista finanziaria per gestire il fondo emergenza, Ha il pregio di permetterti di immobilizzare somme di denaro combattendo il pericolo dell’inflazione.

Personalmente lo definisco il “salvadanaio degli adulti” che va rotto in caso di di imprevisti seri.

Diario finanziario

Rappresenta la sintesi della tua gestione finanziaria.

Va compilato con costanza a scadenza precisa, settimanale, mensile, trimestrale, che definisci tu in base alle tue esigenze, per capire se ti stai muovendo nel modo giusto.

Vuoi approfondire? Nel mio articolo “ Diario finanziario: il magico alleato del risparmio ” troverai tutto quello che ti serve per iniziarne uno e prendere il volo per raggiungere la tua indipendenza!

Budget mensile

Irrinunciabile. Ti aiuta a tracciare le spese e a ripartire correttamente le risorse fra le diverse categorie.

Ti consiglio di scegliere budget semplici e intuitivi. All’articolo “Come creare il budget perfetto per te “ puoi trovare alcuni utili spunti.

Se, invece, il tuo scoglio è organizzare e pianificare, il post “Cosa inserire nel tuo budget” potrebbe essere l’aiuto che stavi cercando.

Mi raccomando, però, utilizzando i miei consigli, sentiti libera di modificarli a tuo piacimento. Questo è uno strumento che deve essere adattato come un vestito su misura!

Una carta prepagata

Fondamentale per gli acquisti online, ha la duplice funzione di tenere sotto controllo le spese superflue e farti risparmiare.

Provare in negozio e acquistare online, infatti, è spesso la miglior soluzione per ottenere il massimo al prezzo migliore!

Questo è tutto quello che realmente serve.

Ho volutamente escluso la carta di credito per due motivi:

  1. Trattandosi di debito che ricade sul mese successivo genera confusione
  2. La minimalista finanziaria pianifica gli acquisti e, attenendosi strettamente alla regola di spendere solo quando indispensabile, ha sempre a disposizione la somma necessaria. Quindi non ha senso fare debito e complicarsi la vita!

Conclusioni

Il minimalismo ha ormai investito tutti i campi della vita diventando una vera e propria filosofia che ha fatto della semplicità, essenzialità e funzionalità la sua bandiera.

Inutile dire quanti possano essere i benefici sia nella vita quotidiana che nella gestione finanziaria.

Abbracciare questo stile non significa, però, essere frugali e rinunciare. Anzi.

Il minimalismo finanziario ti permette lussi che altrimenti non sarebbero possibili pur continuando a risparmiare e ad investire per te stessa, la tua autonomia e indipendenza economica, e per il tuo futuro.

Una figata!

Seguendola, potresti diventare anche un’imprenditrice di successo…

Quando succederà non dimenticarti di me, mi raccomando!

Nel frattempo, continua a leggere il mio blog e contattami . Fammi sapere cose ne pensi del minimalismo, quanto questa scelta è vicina a te e, se già segui questa filosofia, condividi i tuoi trucchi e pensieri: una bella chiaccherata fra donne in corsa per raggiungere l’indipendenza.

Ti aspetto!

Emi

Potrebbe anche interessarti...

2 commenti

  1. Ciao Emi, articolo molto interessante. Da qualche mese anche per me il decluttering e il minimalismo sono diventati parte della mia vita e della mia routine. L´idea di implementarlo nell´ambito finanziario lo trovo davvero molto interessante. Prenderò sicuramente qualche spunto da questo articolo. Grazie mille

    1. Ciao Jessica,
      fammi sapere come è andata! Io pratico il minimalismo finanziario da un bel pò e lo sto ampliando anche ad altri aspetti della vita quotidiana. E’ un percorso lungo, ma vale la pena. Se ti va di condividere qualche spunto o consiglio saranno i benvenuti!
      Grazie e mille.
      A presto
      Emi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.