Come una donna sopravvive alle giornate no

Sopravvivere alle giornate no?

Certamente.

Tieni sempre alta la testa , i tuoi standard e i tacchi

diceva Coco Chanel

E metti il tuo rossetto preferito, aggiungo. (Se continui a leggere capirai il perchè!)

A chi non capitano quelle giornate sconclusionate in cui l’unica cosa sensata è rimboccarsi le coperte fino al naso e aspettare che passi?

Per me l’ultima volta è proprio oggi. Mentre sto scrivendo.

Ed è dura.

Durissima.

Però sono davanti allo schermo e sto scrivendo.

Perchè ci sono tanti piccoli trucchi…. per sopravvivere.

Seguimi, se vuoi scoprire quali.

Piangersi addosso..

Chi ha detto ” Vietato piangersi addosso “ sicuramente non capiva niente delle donne!

Devi farlo.

Piangiti addosso.

Anzi no, sulla tua migliore amica (a patto che tu sia disposta a fare lo stesso per lei)!

Liberati di tutti i cattivi pensieri e sfogati fino in fondo.

Quando non hai più né una lacrima né un’imprecazione disponibile, passa all’azione.

Questo è il punto di partenza.

E poi?

Io direi prima.

Se stai vivendo uno di questi momenti non è facile. E’ un gioco al massacro in cui il carnefice sei tu e la vittima la tua autostima.

Probabilmente ti senti schiacciata dalle responsabilità e spaventata dal domani. A volte incapace di muoverti, è impensabile fare scelte. Tutta l’energia che hai ti serve per trascinarti fuori dal letto e affrontare gli impegni inderogabili.

La prima cosa a pagar pegno, in questo paesaggio marroncino e maleodorante, è la tua autostima.

Ti curi meno. Trascuri gli impegni. Ti senti inadeguata e i tuoi obiettivi ti salutano tristemente.

Tanto è tutto secondario al piombo che ti porti appresso.

Ci sono caduta anche io e ammetto che è stato un momento buio, nero più che marroncino.

Mi sono sentita sopraffatta e, soprattutto, incapace di riconoscermi.

I giorni sono diventati settimane e le settimane mesi… inaccettabile!

Ma si sopravvive. E dopo è meglio di prima.

Ti racconto la storia di un rossetto

Come sopravvivere alle giornate no: usa un bel rossetto rosso fuoco
Un rossetto rosso per cambiare il tuo look

Avevo appena preso una pausa forzata dal lavoro per motivi familiari e, improvvisamente, non ero più io. O meglio non mi sentivo più io. il salto nel gorgo è stato un attimo…

Poi, un giorno, mentre cazzeggiavo su internet ho trovato la frase che ho citato all’inizio, e che trovi anche nell’immagine del mio blog. Non dico che è stata un’illuminazione sulla Via di Damasco, ma mi ha fatto riflettere.

Ho ripercorso tutta la mia vita fino a quel momento e con le poche energie che ho recuperato sono andata alla scarpiera. Ho tirato fuori un paio di decolté nere in vernice e mi sono “vestita carina”.

Davanti allo specchio mi sono accorta che mancava qualcosa.

Il rossetto!

Sono uscita e mi sono fiondata alla profumeria più costosa della città dove ho acquistato il rossetto rosso più costoso che potevo permettermi ( una fucilata!).

Sciocco?

Superficiale?

Forse.

Per me è stato un salvagente.

Un piccolo gesto, frivolo, che mi ha permesso di riappropriarmi di me stessa, dei miei dolori, dei miei valori e della promessa di tener fede ai miei obiettivi.

La lezione che ho imparato è che qualsiasi cosa accada ci sono molte cose che puoi fare per uscire dal tuo paesaggio marroncino, anche comprando un semplice rossetto.

E poi?

Come sopravvivere alle giornate no: 4 modi infallibili

Come sopravvivere alle giornate no: una frase " start making change"
Inizia a fare cambiamenti intorno e su di te
  1. Riappropriati dei tuoi valori

Prendi il tuo taccuino e la tua penna preferita e scrivi quali sono i tuoi valori. Quelli per i quali sei disposta a combattere sempre. Non devono essere molti, massimo 4 o 5. Mettili in ordine di importanza. Questo ti aiuterà a ricordare quali sono i motivi per cui vale la pena vestirti bene e sorridere, nonostante tutto.

2. Fai ordine

Il decluttering è il miglior modo per allegerirsi. Elimina il superfluo partendo dal tuo armadio. Tieni solo quello che ti fa sentire davvero unica e che ha un valore per te. Liberati di tutto il resto: puoi donarlo o metterlo in vendita ( se è in buono stato). Poi passa alla scrivania e fai ordine. Procedi con tutte le tue cose, compresi anche i conti e le scartoffie amministrative.

Fai pulizia intorno a te. E’ catartico.

Marie Kondo nel suo “Magico potere del riordino” è una miniera di spunti consigli, non solo pratici, da cui puoi attingere per un cambio di vita davvero… ad effetto!

3. Gioca con lo specchio

Inventa outfit e trucchi nuovi che ti facciano sentire veramente “Wow”. Scopri in quale veste ti senti a tuo agio e inventati il tuo look perfetto. Non avere paura di osare.

Già che sei in vena di cambiamenti, modifica anche la disposizione dei mobili: ti sembrerà di essere atterrata in una nuova vita.

4. Smetti di guardarti la pancia

Sei unica e straordinariamente forte. Alza la testa, indossa i tacchi e lanciati in nuovo progetto. Con fiducia.

Uscire dalla tua zona di confort ti farà scoprire che sei diversa da quello che credi e che puoi fare tutto quello che vuoi.

Conclusioni

I paesaggi marroncini sono dietro l’angolo sulla strada di tutte noi, ma si può sopravvivere alle giornate no, allegramente.

Devi volerlo.

Piangi e sfogati e poi mettiti all’opera.

Fai il primo passo: dedicati qualche cura speciale.

Utilizza il decluttering per alleggerirti fuori e dentro. Dipingi e “arreda” il tuo nuovo paesaggio.

Cambia pelle anche solo con un rossetto, come è accaduto a me.

Indossa un paio di tacchi e corri incontro a un nuovo progetto con fiducia: sono certa che sarà un grande successo.

Inutile dirti che uso tutt’oggi quel rossetto, quasi sempre. Mi accompagna insieme a quella frase. Le scarpe no, ma le conservo ancora e le guardo ogni volta che all’orizzonte si profilano variazioni di marrone!

Per ricordarmi che posso farcela, nonostante tutto.

Per ricordarmi come sopravvivere alle giornate no.

E tu quali trucchi usi per sopravvivere ai tuoi momenti no?

Contattami: sarà divertente scambiare consigli!

Ah… non dimenticare di curiosare nel mio blog, troverai idee, consigli e spunti utili.

A presto

Emi

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.