Cambiare abitudini: lavorare al computer con una bella scrivania ordinata e documenti organizzati

Cambiare abitudini: una parola!

Gli esperti dicono che ci vogliono 3 settimane prima di stabilire una nuova routine con successo.

Una faticaccia!

E poi la vecchia quotidianità è rassicurante e, tutto sommato, funziona abbastanza bene.

Perchè fare tanta fatica per cambiare?

Per appagare quel sogno che tieni ben nascosto infondo al cassetto!

E perchè, soprattutto parlando di risparmio, spesso basta fare le stesse cose in un modo diverso per ottenere i risultati strabilianti.

Credimi ne vale la pena.

Fai diversamente: ecco il tuo segreto del risparmio

Per risparmiare ( e avere successo finanziario) non sempre servono cambiamenti radicali.

Anzi.

A volte è sufficiente fare le stesse cose ma in modo diverso.

Al liceo non ti è mai capitato di passare un pomeriggio su un problema di matematica senza successo? A ME SEMPRE.

Le rare volte in cui l’ho spuntata è stato perchè, in preda alla disperazione ( in genere alla vigilia della verifica), ho provato a guardarlo in modo diverso dal solito. E… tac! Ecco la soluzione servita su un piatto d’argento. L’avessi pensato prima…

Beh, nel risparmio è più o meno la stessa cosa.

Basta allontanarsi dalla vecchia routine e sperimentare qualcosa di nuovo per mettere in moto un ingranaggio che finalmente fa funzionare tutto.

Ecco ben 10 modi con cui, sono certa, raggiungerai i tuoi obiettivi.

Sei pronta a sperimentare qualcosa di nuovo?

10 modi per cambiare abitudini e raggiungere i tuoi obiettivi con successo

1. Istituisci il tuo “no spend day”

Scegli un giorno alla settimana, meglio al mese all’inizio, e imponiti di non spendere nulla.

E quando dico niente intendo proprio niente. Nemmeno un caffè o la bottiglietta dell’acqua.

Per questo ti consiglio di evitare quei giorni in cui hai bollette, affitto, mutuo e simili in scadenza.

Magari potresti optare per un giornata in cui sei a casa. E’ più facile.

2 Automatizza il risparmio

Non tenere il tuo risparmio in contanti, a meno che tu non sia Ulisse con la cera nelle orecchie. Prima o poi il canto delle sirene dello shopping ti convince!

Prova, invece, ad automatizzarlo.

Decidi quale percentuale delle tue risorse ( minimo il 10%) vuoi risparmiare e attiva un pagamento permanente sul tuo conto risparmio il giorno in cui percepisci lo stipendio.

Oppure inizia un P.A.C ( Piano di Accumulo Capitale)

Sfruttando il vecchio adagio “Lontano dagli occhi lontano dal cuore” metti via soldi prima di iniziare a spendere.

3. Cambia modo con cui fai i tuoi acquisti

Partendo dal presupposto che non sempre i prodotti di marca sono migliori di quelli sconosciuti e che la spesa alimentare è una voce consistente del budget, prova a scegliere prodotti generici. Anche in farmacia.

E poi

  • Impara a fare la lista della spesa
  • Pianifica i pasti in anticipo e compra solo quello che realmente ti serve
  • Abituati a guardare i prodotti che si trovano sui ripiani più alti e più bassi degli scaffali. Non hai idea quanti buoni affari puoi trovare
  • Valuta i prodotti freschi in offerta. Spesso sono in prossimità della scadenza e i supermercati li scontano anche del 50/75%. Perchè non approfittarne?

Mettendo in pratica anche solo questi 5 semplici consigli ti garantisco che puoi arrivare a risparmiare anche il 50% sulla tua spesa settimanale. Non male, vero?

Ma andiamo avanti: ci sono ancora tantissimi trucchi per spuntarla nella “missione risparmio”!

4. Modifica le tue abitudini di spesa

Cioè osserva i tuoi comportamenti rispetto al denaro.

Hai la tendenza a spendere subito, appena percepisci lo stipendio?

Oppure tendi a ripartire le risorse su periodi specifici?

Ti piace offrire il caffè ai colleghi?

Adori fare shopping?

Ti premi spesso? E per quale motivo?

Domande come queste ti aiutano a capire quali sono le tue abitudini e indicarti come modificale.

In che modo?

  1. Tieni traccia delle spese nel tuo diario finanziario. Se non sai che cos’è o come organizzarlo la mia guida ” Diario finanziario: il magico alleato del risparmio” ti tornerà certamente utile per iniziarne uno e modificare con successo quelle routine che ti remano contro.
  2. Prova ad utilizzare di più il contante. Strisciare il bancomat non è la stessa cosa che mettere mano nel portafoglio. Contare i soldi è un’esperienza fisica che ti rende più consapevole e, vedere il borsellino che si svuota, ti stimola a limitare le uscite. Se vuoi provare a fare budgeting con il contante, ti ho parlato di questo metodo nell’articolo “ budget e budgeting (3) “.
5. Fai decluttering

In una parola riordina e riduci all’essenziale.

E’ difficile. Lo sò!

Ma liberarsi di ciò che non ti è necessario è il modo migliore per capire che cosa puoi smettere di comprare. Soprattutto i doppioni!

E poi chi ha detto che essere essenziali equivale ad essere sciatti e poveri?

Puoi essere chic, ecologica, alla moda e di classe con il necessario. Te ne ho parlato nel mio post ” Minimalismo finanziario: il risparmio diventa chic ” dove puoi trovare utili consigli per realizzare sogni ottimizzando il tuo risparmio.

6. Smetti di seguire le mode

L’ultimo IPhone è un costosissimo capriccio, anche se è il tuo strumento di lavoro!

La versione dell’anno scorso che già possiedi e che, probabilmente, funziona ancora benissimo è ancora in grado di fornirti tutti gli strumenti che ti servono.

Se poi, il tuo cellulare ti sta abbandonando e l’IPhone è il tuo desiderio, fai come fanno i ricchi. Usa la tua intelligenza finanziaria per trovare il modo per finanziare l’acquisto e quando hai le risorse goditi la spesa. Sarà una sensazione impagabile!

7. Metti in discussione il tuo budget ( se ne hai uno)

Il budget non è una cosa statica. Nel corso del tempo le esigenze cambiano e ciò che funzionava l’anno scorso potrebbe non essere più in linea con la tua nuova vita.

Forse è arrivato il momento di fare qualche cambiamento.

Per questo motivo è necessario monitorare periodicamente il proprio budget e modificarlo.

Come ti ho spiegato nella mia guida su come capire se il tuo budget non è adatto a te, a volte si tratta di apportare piccole modifiche per far funzionare tutto.

8. Cucina di più

Amo cucinare, paciugare e sperimentare. E’ così rilassante e risparmioso!

Hai voglia di pizza?

Prova a farla in casa. mangerai un piatto gustoso, caldo e fragrante per pochi euro.

Se la ordini da asporto arriva tiepida, spesso, in ritardo e ti costerà, come minimo, il triplo. E se hai bambini ti sarai persa una divertente serata in famiglia!

Inoltre cucinando eviterai dispendiosi piatti pronti che fanno lievitare i costi della spesa settimanale e impegnano risorse che potresti impiegare diversamente.

Infine, anche la tua salute ne gioverà!

Perchè allora non provare?

9. Trascorri più tempo all’aperto

Andare al centro commerciale, al cinema o concedersi un aperitivo con le amiche è divertente e piacevole.

Prova ad alternare le tue attività preferite con giornate all’aperto.

La natura è gratis e una bella passeggiata o un picnic con famiglia e amici anche.

Avrai fatto qualcosa di diverso, salutare e risparmiato tantissimi soldi.

10. Dai priorità alla salute

Sulla scia di quello che abbiamo detto ora, curare la salute è un grande risparmio sia in termini di spese mediche e farmaci che di budget.

Fast food, caffè, aperitivi, cene fuori ricorrenti non sono certo il meglio per la salute. Anche il consumo esagerato di bibite e alcolici non è da meno.

Concedersi una cena fuori o una serata un pò alcolica con le amiche, invece, è consigliato!

Prova a trovare un equilibrio fra uscite e attività a costo zero: salute e portafoglio ringrazieranno.

E tu, piano piano, diventerai sempre più ricca e sana!

Piccoli passi sono progressi per cambiare abitudini, scrivilo su un bel foglio rosa con belle penne

Cambiare abitudini è un percorso

Implementa piccole modifiche un pò alla volta.

Cambiare le abitudini, lo dicono anche gli psicologi, è un processo che richiede tempo ed energie. Non si può acquisire una nuova routine da un giorno all’altro.

Quindi non pretendere troppo da te stessa!

Comincia introducendo un solo piccolo cambiamento e consolidalo. Poi procedi con altri.

Per iniziare prova a scorrere la lista e rifletti su quale aspetto ti piacerebbe modificare: parti da quello.

La mia storia

Ricordo che il mio primo passo è stato fare il pane in casa.

Ero imbufalita con l’ennesimo conto del panettiere e mi sono ricordata delle fragranti focacce che faceva mia nonna quando ero piccola. Mi sono detta: “posso farlo anche io!”. Sono 20 anni che ogni settimana sfogo lo stress impastando e, ancora, mi diverto!

Non ho idea quanto ho risparmiato, ma calcolando una media di 1,50 euro al giorno, minimo, è presto fatto: 20(anni)* 365 (giorni)* 1,50 (euro) = 10.950 euro pari a 547.5 euro all’anno.

Successivamente ho iniziato anche a fare dolci e torte. E quando i bambini sono cresciuti un pò anche la pizza insieme ( preparati, le prime volte, a trovare farina ovunque; ma poi è divertentissimo!)

Insomma ho implementato piano piano, prima in cucina e poi su tutto il resto. E ci sto ancora lavorando! A volte mi capita di scivolare, è normale, ma se lavori seriamente ti riprendi subito.

Quello che voglio dirti è che per avere successo nel risparmio, come anche negli investimenti, il segreto è fare piccoli passi costanti. Se riesci a fare ogni giorno una cosa in modo diverso è un grande progresso.

Cambiare il modo con cui acquisti, utilizzare più o meno risorse a seconda delle esigenze, non seguire le mode ma fare la moda, sono modi semplici per imparare a prendere decisioni finanziarie consapevoli.

Procedendo cosi, lentamente ma con determinazione, potrai beneficiare di questi cambiamenti nel lungo termine

Ed ora… la sfida!

Se non sai da che parte cominciare e ti senti temeraria, ti propongo la sfida ” 1 anno e 30 no spend days

Di che cosa si tratta?

Di scegliere 30 giorni, nell’arco di un intero anno, in cui ti imponi di spendere nulla, e versare i soldi risparmiati in un fondo emergenza.

Lo scopo è esercitarsi a non spendere per cose inutili o non necessarie, imparare a pianificare e avviare, se ancora non lo hai, il tuo importantissimo fondo emergenza.

Come funziona

  1. Calendario alla mano dividi i 12 mesi per quattro. Non è necessario iniziare a gennaio, puoi partire anche da subito.
  2. Nei primi 3 mesi individua 1 giorno al mese in cui non hai spese obbligate e decidi, per quel giorno, di non spendere nulla
  3. Fai lo stesso nel trimestre successivo, ma aggiungi un giorno in più. I tuoi no spend days diventeranno due
  4. Nel 3° trimestre saranno 3 e nel 4° arriverai a 4. Cioè un no spend day alla settimana.
  5. Calcola quanto spendi mediamente ogni giorno in spese non obbligate e appunta la cifra nel tuo diario finanziario. Alla fine di ogni no spend day prendi quella somma e nascondila infondo ad un cassetto.
  6. Alla fine dell’anno calcola quanto sei riuscita a risparmiare: il gruzzolo ti servirà per implementare o iniziare il tuo fondo di emergenza. Ti anticipo che nella peggiore delle ipotesi riuscirai ad accantonare una cifra che va dai 400 ai 600 euro. Circa 10 – 20 euro al mese: poco sforzo e tanta resa!

3 consigli per avere successo in questa sfida…

  1. Scegli un giorno in cui puoi stare a casa. Avrai meno tentazioni e necessità.
  2. Organizza la giornata con cose divertenti gratuite.

– Potresti dedicarlo alla lettura di quel libro che si sta impolverando sul tuo comodino.

– Oppure fare un lungo bagno e organizzare una Spa casalinga. Non hai idea di quanti

tutorial puoi trovare nel web per fare maschere e creme con quello che hai in casa.

– Se hai un hobby e non hai mai il tempo di coltivarlo, il tuo no spend day potrebbe

coincidere con questo.

– Ami l’aria aperta e ti piace fare passeggiate o andare in bicicletta? Organizza una

mini gita per esplorare ciò che ti circonda. Mi raccomando di non dimenticarti di

portare la merenda da casa!

– Approfitta per pasticciare in cucina. Organizza i pasti per tutta la settimana e

preparali. Non solo non spenderai quel giorno ma risparmierai anche sulla spesa

della settimana successiva!

Insomma trova qualcosa che ti piace davvero fare in modo da rendere questo appuntamento divertente e piacevole. Questo farà sì che tu tenga fede alla sfida e proceda determinata.

3. Registra minuziosamente questa giornata sul diario finanziario. Nella pausa fra uno spend day e l’altro rileggi quelle pagine. Ti aiuterà a trovare strategie sempre nuove per migliorarlo.

Cambiare non è facile. ma è possibile e ne vale la pena.

Usa questi suggerimenti come linee guida per aiutarti a trovare le tue strategie di cambiamento e raggiungi i risultati che desideri.

Contattami e fammi sapere se hai raccolto la sfida: ti aspetto. Se hai qualche dubbio scrivimi e segui il mio blog: troverai risposte e consigli utili.

Al prossimo post

Emi

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.