Privacy Policy Terms and Conditions
essere un'assistente virtuale aiuta la tua Indipendenza finanziaria donna che la vora per implementare le entrate

Fai un esame approfondito delle tue competenze ( ed esperienze), metti in luce i tuoi punti di forza e implementa le abilità utili per diventare l’assistente virtuale che vorresti essere.

Questo è quello che ho risposto, qualche giorno fa, alla figlia di una mia carissima amica, fresca di diploma,

Così è nata l’idea di questa guida.

Se hai pensato di lavorare da casa e avviare un’attività in proprio , allora diventare un assistente virtuale potrebbe funzionare per te. 

Non c’è mai stato un momento migliore di questo per iniziare una carriera da casa, Infatti il lavoro a distanza o smart working è aumentato notevolmente negli anni! Specialmente oggi, dopo il periodo pandemico.

E per diventare assistente virtuale, non hai bisogno di una laurea

Nemmeno costosissime formazioni.

Per contro, se lo fai bene e ti specializzi potresti ottenere un’entrata extra di tutto rispetto.

Non solo.

Potrebbe diventare la tua occupazione principale ed essere l’occasione per una carriera sfolgorante…

Tutto comodamente da casa tua! ( o dove vuoi tu)

Diventare assistente virtuale, quindi, è una soluzione da tenere assolutamente in considerazione.

Inoltre, è molto probabile che tu già possegga alcune delle competenze richieste per svolgere il tuo lavoro di assistente online.

Il che ti rende adatta a provare!

E allora, non perdiamo tempo.

Gettiamoci in questo viaggio alla scoperta di uno dei lavori del momento.

In questo post troverai tutto quello che c’è da sapere per iniziare la tua carriera come segretari da casa.

Scoprirai

  • Cosa fa un assistente virtuale
  • Quali compiti svolge
  • Come diventare un assistente virtuale
  • Che cosa serve per diventare assistente virtuale
  • Quanto guadagna un assistente virtuale
  • Come trovare lavoro come assistente virtuale

Pronta?

Andiamo!

Che cos’è un assistente virtuale?

Una nuova figura?

Sì e no.

Sì perché fa parte di tutti quei profili nati con la digitalizzazione.

No, perché aldilà del fatto che sfrutta le nuove tecnologie richiede una professionalità antica.

Per dare una definizione, l’assistente virtuale è una persona qualificata che lavora dal proprio ufficio o, più semplicemente, da casa offrendo la sua professionalità attraverso internet.

E credimi se ti dico che, oggi, è una delle professioni maggiormente richieste da aziende e professionisti!

Ma scendiamo nel dettaglio per capire meglio come diventare assistente virtuale e partiamo dalle competenze richieste.

come diventare assistente virtuale e che cosa fa
Diventare assistente virtuale: quali compiti svolge?

Che cosa fa un’assistente virtuale?

Svolge una miriade di compiti.

Forse sarebbe più semplice dire che cosa non fa…

Scherzi a parte, l’assistente virtuale offre una vasta gamma di servizi, che vanno da attività amministrative alla gestione dei social.

Ma sono davvero centinaia le abilità che possono tornarti utili .

Per questo, qui di seguito troverai un elenco dei compiti maggiormente richiesti

  • Gestione dell’agenda
  • Gestione delle e-mail
  • Organizzazione e programmazione
  • Fatturazione e contabilità di base
  • Preparazione di documenti e presentazioni
  • Trascrizione e inserimento dati
  • Gestione media ( siti, social …)
  • Creazione di contenuti per siti Web e blog
  • Gestione negozio eCommerce
  • Supporto al servizio clienti

Come vedi davvero tantissime opzioni fra cui scegliere, a cui potrai aggiungerne molte altre.

Ma se vuoi un consiglio assicurati di partire da quelle che conosci davvero bene. E successivamente aggiungi quelle che potresti imparare velocemente.

Inserire cose di cui si ha conoscenza superficiale è sempre un pessimo biglietto da visita e potresti rischiare di bruciarti.

Ricorda che il web non perdona!

Detto questo passiamo al prossimo step.

La domanda delle domande!

Seguimi nel prossimo paragrafo

Come diventare assistente virtuale

Ti ho già svelato che per svolgere questo ruolo non è necessario avere una laurea o essere un profilo altamente specializzato.

Quindi potresti iniziare da subito, mettendo a frutto la tua esperienza pregressa.

Ma, sia io che te, sappiamo benissimo per essere competitivi è necessario avere competenze uniche e trasversali a molte figure.

Ad esempio potresti trovarti a seguire i social dell’azienda per cui lavori e rivestire anche il ruolo di social media manager. Oppure curare i contenuti del sito (ogni azienda ormai ne possiede uno). Avere rudimenti in materia potrebbe essere di grande aiuto soprattutto in fase di candidatura.

Un piccolo investimento iniziale in formazione potrebbe garantiti un notevole ritorno.

Soprattutto in termini di creazione del tuo personal brand.

Sul web non hai che l’imbarazzo della scelta. Ma attenta a scegliere quello giusto.

Un buon corso dovrebbe comprendere più moduli e affrontare non solo le nozioni di base, che ti aiuteranno a partire, ma anche tutte le competenze necessarie per definire la tua presenza online.

Come ad esempio la creazione di un tuo sito che rappresenterà il tuo biglietto da visita nel web.

L’esperienza, man mano che lavorerai farà il resto.

Ma non dimenticare gli aggiornamenti costanti. Sono quella sottile differenza in grado di renderti sempre spendibile.

Detto questo, so che ti stai chiedendo due cose.

Su quali competenze puntare e quanto costa formarsi.

Come diventare assistente virtuale professionista
Personal assistant da casa

Come creare l’assistente virtuale che vorresti essere

Ecco gli step che ti servono.

  1. Parti da te stessa
  2. Individua le competenze che già possiedi
  3. Scegli quelle da implementare, che ti renderanno unica e spendibile sul web

Vediamo nel dettaglio

Il primo passo, come sempre, è partire da te stessa.

Fermati e riflettere su quale lavoro stai svolgendo e quali hai svolto in passato.

Che cosa sai già fare?

Prendi come riferimento la lista delle competenze che abbiamo visto e spunta le abilità che già possiedi.

Prova a focalizzarti su ciò che hai imparato e che ti soddisfa ( o ti ha soddisfatto in passato).

Ad esempio

  • Sai gestire la contabilità?
  • Parli una o più lingue?
  • Sai scrivere buoni contenuti?
  • Hai competenze nell’organizzazione?

E così via.

Butta giù una lista delle abilità che possiedi e parti da queste.

Rifletti anche sui desideri.

Potresti voler seguire clienti che lavorano in ambito turistico, legale o hanno siti di e-commerce.

Sulla base delle abilità che hai già acquisito e le tue preferenze, sviluppa le competenze che ti mancano.

Crea l’assistente virtuale che vorresti essere e scegli i corsi che sviluppano quelle specifiche competenze.

La cosa bella di questo lavoro è che puoi farlo mentre stai già lavorando.

Un bonus non trascurabile visto che, sebbene ci siano molte risorse gratuite sfruttabili, spesso i corsi più belli sono a pagamento.

Quindi avere un guadagno da cui attingere equivale, per noi che vogliamo costruire la nostra indipendenza finanziaria e autonomia economica, un ottimo investimento.

Destinato a tornare indietro con interessi tutt’altro che trascurabili.

Tips and tricks

Il mio consiglio quindi è di usare le risorse gratuite all’inizio per muovere i primi passi e farti un pò di esperienza.

Ma se pensi che il lavoro come assistente virtuale sia davvero quello che fa per te, pianifica il tuo budget e includi l’investimento in un corso serio che ti dia le giuste qualifiche.

Nel mio articolo “Come risparmiare soldi velocemente: 10 modi” ti spiego quali strategie mettere in campo per risparmiare velocemente interessanti somme di denaro da utilizzare per obiettivi specifici. Prova a dare un’occhiata, potresti trovare la soluzione adatta per poterti permettere il corso senza incidere sul tuo budget quotidiano.

E ricorda, questo è un investimento: ti tornerà tutto con gli interessi!

Ciò ci porta dritte dritte al prossimo paragrafo in cui parleremo di guadagni.

Pronta?

Quanto guadagna un assistente online?

Come diventare assistente virtuale e quanto guadagna?
Guadagnare come assistente virtuale è alla tua portata

L’unica risposta sensata è: dipende.

Da te.

Dal valore che offri ai tuoi clienti.

Diciamo che c’è un’ampia fascia di guadagno che va dai 10 euro ai 50 euro o più all’ora. E questo divario, appunto, è dovuto sia al tuo livello che alla modalità con cui decidi di lavorare.

Va da sè che se lavori in esclusiva per un’azienda guadagnerai meno che non se decidi di essere un’assistente virtuale freelance.

Le due opzioni hanno entrambe pro e contro.

Essere un’assistente online che lavora per un’azienda ti evita la fatica di cercare clienti ma il tuo guadagno, ovviamente, sarà più contenuto.

Potresti valutare questa soluzione all’inizio, per farti esperienza, mentre ti formi adeguatamente.

Se, invece, ti senti impavida e vuoi tentare da subito la strada del freelance puoi spuntare tariffe orarie migliori e implementarle man mano che acquisisci competenze specifiche.

In questo caso puoi decidere se optare per un compenso orario o creare pacchetti che comprendono un certo numero di servizi per un certo tempo.

Ad esempio 3 diverse offerte

  1. Pacchetto base con servizi base per 20 ore settimanili e 800 euro al mese
  2. Pacchetto premium che oltre ai servizi base comprenda anche l’assistenza clienti per 3 ore settimanali( 6 ore al giorno) 1200 euro al mese
  3. Pacchetto top in cui includere oltre ai servizi di base e l’assistenza, servizi altamente specializzati come la gestione di siti e social e la creazione di contenuti.

Naturalmente queste sono cifre indicative.

Fai una ricerca accurata e cerca di capire quanto chiedono i tuoi competitor.

Confronta le tue e le loro competenze e definisci una tariffe orarie congrue al mercato.

E tieni presente che tanto più i tuoi servizi saranno specifici tanto più alto sarà il compenso a cui potrai puntare.

Ancora una possibilità…

L’ultima opzione, ancora poco conosciuta in Italia ma che va davvero forte nel mondo anglosassone, è quella di creare un canone mensile. Una sorta di abbonamento per un certo numero di servizi ricorrenti.

Il limite di questa opzione è che potresti trovare clienti che aggiungono richieste senza però corrispondere alcun compenso.

Quindi dovrai essere molto chiara e tassativa nell’offerta.

Il pro di questo metodo sta nel fatto che tanto più sarai esperta e veloce, tanto più sarai in grado di far salire il compenso orario.

Ti faccio un esempio.

Se crei un pacchetto di servizi per i quali prevedi 5 ore per completarlo e ti fai pagare 200 euro, qualora tu lo completi, diciamo, in 4 ore avrai comunque guadagnato 200 euro ma la tua tariffa oraria sarà salita da 40 a 50 euro.

Naturalmente anche queste cifre sono indicative e solo a titolo esemplificativo.

Dovrai fare tu le tue ricerche e stabilire la tua tariffa oraria in base ai parametri che abbiamo visto.

E ora, dopo aver toccato con mano quanto potrebbe essere proficua questa attività, sono certa che ti starai chiedendo come trovare un lavoro da assistente online.

Seguimi che te lo spiego!

Come trovare lavoro?

Come diventare un'assistente virtuale professionista? Hai bisogno del tuo ufficio personale curato dettagli femminili e cancelleria paicevole
Dove trovare lavoro come assistente virtuale

Ovvero dove trovare lavoro come assistente virtuale?

Sul web, naturalmente!

Vediamo come.

Sostanzialmente in 3 modi

  1. Avere un sito personale
  2. Utilizzando i social media
  3. Frequentando le community di imprenditori

Mi spiego meglio.

Sito personale

Uno dei bonus che derivano dal frequentare un corso di formazione serio è la possibilità di creare un proprio sito web. Si tratta del tuo biglietto da visita online e la tua vetrina dedicata per farti riconoscere.

In questo modo potrai attirare clienti e farti conoscere, posizionandoti come figura autorevole del settore.

Social network

I social sono un vero e proprio asso nella tua manica.

E’ il mezzo in assoluto più efficace attraverso il quale cercare clienti, dato che quasi tutti li utilizzano. A maggior ragione gli imprenditori che hanno sempre meno tempo a disposizione.

Quindi, impara ad utilizzarli al meglio e lanciati nella mischia.

Non te ne pentirai!

Frequentare le community di imprenditori

So che può sembrare un tantino noioso, o peggio, una perdita di tempo ma credimi passare del tempo in queste community o sui forum di imprenditori è il modo più veloce per conoscere potenziali clienti.

Spesso, chi ha bisogno dei tuoi servizi come assistente virtuale è solo a pochi clicK da te.

Basta armarsi di pazienza e cercare!

La cassetta degli attrezzi

Computer, telefono, agenda e scegli tu dove lavorare. Ecco come diventareassistente virtuale
Come diventare assistente virtuale? Gli strumenti indispensabili

Ovvero, di che cosa hai bisogno per iniziare a lavorare?

Come in ogni lavoro, esistono alcuni strumenti indispensabili per gestire al meglio la tua attività.

E, soprattutto, per essere altamente professionale.

Fortunatamente nulla di particolare e che probabilmente già possiedi di tuo.

Eccoti una lista degli essenziali

  1. Computer e connessione internet stabile. Niente di particolarmente tecnologico, ma un oggetto in grado di garantirti velocità e che sia capace di supportare programmi come Zoom e Skype
  2. Programmi specifici di organizzazione e gestione come Trello, Google Workspace e simili. A te la scelta, ma frequentando un buon corso troverai sicuramente indicazioni utili..
  3. Un telefono cellulare, meglio con un numero dedicato
  4. Uno spazio dove poter allestire una scrivania ordinata e funzionale.
  5. La cancelleria necessaria. E qui, io, da appassionata, ti consiglio di sbizzarrirti. Si tratta del tuo luogo di lavoro dove trascorrerai molto tempo. Quindi devi renderlo il più accogliente e confortevole possibile. Scegli materiale di qualità ma che ti piaccia anche, nei colori che preferisci. E, mi raccomando, non dimenticare qualche oggetto sfizioso, come candele profumate, portapenne e un bel thermos dove conservare la tua tisana preferita. E una piantina: il verde ha un grande potere rilassante e da’ un piacevole senso di respiro.

Ed ora, prima di salutarci, una breve riflessione sul perché dovresti considerare seriamente l’idea di diventare un’assistente virtuale.

Andiamo al prossimo ed ultimo paragrafo!

Perché assistente virtuale? 4 buoni motivi

Come diventare assistente virtuale ed essere il boss di te stessa
Assistente virtuale freelance per essere il capo di te stessa

Quali sono i vantaggi di questa professione?

I vantaggi di essere un’assistente virtuale sono infiniti e ognuno può trovare benefit personali. Ma alcuni sono davvero evidenti e valgono per tutti.

Vediamoli insieme

  1. Essere il capo di te stessa. E’ forse il bonus più interessante Infatti puoi, avere un certo margine nel decidere quali clienti scegliere e i servizi che desideri fornire. Con il tempo e l’esperienza, poi, potrai trovare modi per aumentare le tue entrate ed espandere la tua attività, se lo desideri. Il tutto anche se sei mamma! Non male vero?
  2. Dire addio al pendolarismo e agli spostamenti. Lavorando da casa, non solo avrai a disposizione il tuo ufficio preferito, ma potrai tagliare enormemente spese e stress per gli spostamenti. Comprese quelle dei pesantissimi pranzi di lavoro con i colleghi ( che magari non ti stanno nemmeno simpatici!)
  3. Programmare il tuo orario di lavoro in base alle tue esigenze. Puoi decidere di lavorare la mattina, il pomeriggio, la sera o, addirittura la notte. Come preferisci. E questo ti permette di conciliare facilmente lavoro, famiglia e interessi personali.
  4. Lavorare dove vuoi. La routine è spesso la principale causa del calo di motivazione sul lavoro. Essere assistente virtuale significa lavorare da remoto e questo ti permette di cambiare scenario quando lo desideri. E svolgere i tuoi compiti anche in viaggio. Tanto, come hai visto, gli strumenti stanno comodamente dentro uno zaino.

Allora cosa ne pensi?

Immagino tu ti senta un pò sopraffatta.

In effetti le informazioni sono tante e potresti non sapere da che parte iniziare.

E allora ecco un breve recap, con gli step principali.

Pronta a prendere appunti?

Come diventare assistente virtuale: la pianificazione

Anche se non sembra, alla fine diventare assistente virtuale non è così complicato. Soprattutto se ti aiuti con una buona pianificazione.

Vediamo insieme i 5 step necessari.

  1. Decidi quali servizi offrire. Parti da te stessa e dalla tua esperienza su questa costruisci la figura professionale che vorresti essere. Formati e lanciati nella mischia! Ricordati che il vero jolly è proporti come un’esperta in un settore specifico. Quindi inizia come generalista, ma piano paino specializzati.
  2. Decidi le tue tariffe. Parti con cifre adeguate alle tue esperienze e implementale man mano che offrirai servizi più completi ed esclusivi.
  3. Crea il tuo sito web e la tua rete social
  4. Crea il tuo spazio di lavoro ideale e definisci gli orari
  5. Inizia a cercare clienti

Ma prima di buttarti, ecco alcuni consigli supplementari.

Soprattutto se sei un’assistente virtuale senza esperienza. Alle prime armi.

A dispetto di quello che pensi, non è un lavoro solo per chi già si occupa di amministrazione e contabilità. Chiunque può farlo, a patto che….tu sia disposta

  • ad iniziare in piccolo. Prova proporti per lavori occasionali da inserire nel curriculum. E nel frattempo pianifica una buona formazione
  • a fare un pò di gavetta in un’azienda. Il lavoro da freelance è affasciante ma richiede competenze e capacità di organizzazione che puoi acquisire solo facendo esperienza sul campo ( e non sui libri)
  • a metterti in gioco con chi già conosci. Offri i tuoi servizi ad amici e conoscenti. Nulla funziona meglio del passaparola!

Ora che sai tutto quello che ti serve diventare un assistente virtuale e, soprattutto che può essere alla tua portata, anche economicamente, non ti resta che iniziare la tua nuova carriera!

Sono certa del tuo successo.

E non dimenticare di contattarmi, per farmi sapere come è andata o, semplicemente, per scambiare opinioni.

Da donna a donna in corsa per costruire la propria indipendenza finanziaria e l’autonomia economica.

A presto

Emi

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Terms and Conditions