Privacy Policy
Mano con banconote che bruciano
  1. Non avere sotto controllo le spese
  2. Evitare di fare budgeting
  3. Non pagarsi per primi

In soldoni significa pretendere di costruire ricchezza senza essere prima economicamente stabile.

Tutti parliamo di indipendenza e libertà finanziaria ma pochi raggiungono il traguardo.

Perché?

La maggior parte commette un errore fatale.

Vuoi sapere qual è?

E come evitarlo?

Continua a leggere, sei nel posto giusto.

Qui troverai i consigli pratici per evitare i più comuni errori che ti impediscono di raggiungere il tuo obiettivo di diventare economicamente indipendente.

Come diventare economicamente indipendente?

Avendo ben chiaro che non si può creare ricchezza prima di diventare economicamente stabili

Ti faccio un esempio

Se vuoi costruire una casa le fondamenta sono il primo passo. Devono essere solide, vero? E su questo investi tempo e risorse.

Ugualmente.

Se vuoi costruire indipendenza economica devi poter contare su stabilità e costanza.

Ad esempio poter accedere ad un fondo emergenza prima, per non intaccare le tue entrate in caso di bisogno, un fondo investimento poi, per far crescere la tua capacità economica, e, infine,  un fondo opportunità per concederti “lussi” senza rimorsi.

Ma se non puoi risparmiare, perché le tue entrate non coprono le tue spese, come fai? Forse riuscirai a disporre di piccole somme, occasionalmente, ma al primo imprevisto verranno azzerate o quasi. Noi , qui vogliamo costruire qualcosa di solido che cresca nel tempo e generi libertà e indipendenza

Ecco perché è un grave errore pensare di diventare economicamente indipendenti senza prima aver  raggiunto la stabilità. Se non diventi finanziariamente stabile non puoi diventare economicamente indipendente, libera e, nemmeno, ricca, se lo decidi.

Nel percorso verso la tua indipendenza economica due sono i passaggi cruciali:

  1. Conoscere la tua situazione finanziaria
  2. Tagliare le spese superflue e azzerare i debiti

Sottovalutarli è un errore da non commettere mai. Questi due passi rappresentano la stabilità. E, se decidi di intraprendere questo percorso, cara amica, la stabilità deve essere il tuo primo obiettivo a medio termine.                                                                                  

Sento già la tua protesta: è stata anche la mia. Il traguardo si allontana e sembra diventare irraggiungibile.

Non commettere l’errore di seguire questa vocina, Non è cosi, anzi…

Cosa fare subito per diventare economicamente indipendente?

Non commettere errori grossolani, ovvero

  1. Impara a gestire i tuoi soldi autonomamente e cambia le tue abitudini di spesa
  2. Inizia a fare budgeting, fissare un tetto massimo alle tue spese e tagliare le spese eccessive
  3. Automatizza la tua “paghetta”, ovvero applica la prima regola dell’oro: “Paga prima te stessa” come suggerisce George S. Clason nel suo libro “L’uomo più ricco di Babilonia”: Dai un’occhiata nella libreria alla mia recensione. Personalmente ritengo che sia una lettura imprescindibile.

In questo modo potrai costruire solide fondamenta sulle quali creare la tua indipendenza economica.

E l’unico modo è prenderti il tempo necessario per raggiungere la stabilità, prima di qualsiasi altra cosa. Con la consapevolezza che non è tempo perso, ma guadagnato.

Eccoti 5 punti da seguire

  1. Studia seriamente la tua situazione finanziaria
  2. Redigi un budget e annota per almeno un mese, meglio due, tutte le tue entrate ed uscite. Ho scritto molti articoli sull’argomento. Nella mia pagina dedicata al budget e budgeting, ad esempio, puoi trovare tanti consigli pratici e utilissimi che ti aiuteranno a creare il tuo budget di successo. Anche se preferisci il contante o non lo hai mai fatto prima. E se, risparmiare non è esattamente nelle tue corde, puoi iniziare con calma, approcciandoti in modo divertente attraverso sfide e metodi non da manuale. Ma che ti garantisco funzionano egregiamente. ( li ho provati personalmente tutti!). Nel caso in cui abbia già esperienza e sia rimasta delusa dai risultati, è possibile che il tipo di budget che hai scelto non sia adeguato. Ti suggerisco di dare un’occhiatina all’articolo che ho dedicato al perché budget non funziona. A volte basta davvero qualche piccolo accorgimento! E, infine, per aiutarti nella compilazione delle voci da inserire, puoi sfruttare l’elenco che trovi nel post “Cosa inserire nel budget?” .Risparmierai molto tempo e lavoro noioso.
  3. Studia i tuoi comportamenti finanziari
  4. Individua quali sono le spese superflue e tagliale
  5. Se hai debiti, delinea uno specifico piano di ammortamento e seguilo rigidamente

Seguendo queste 5 regole potrai raggiungere la stabilità senza commettere l’errore che fa fallire la maggior parte delle persone. Avrai , anche, costruito la tua prima e più grande ricchezza: sarai finalmente libera  di risparmiare e di iniziare il tuo percorso di indipendenza

Donne di diverse nazionalità che lavorano insieme ad una scrivania per diventare economicamente indipendente
L’indipendenza economica delle donne è lavoro e gestione autonoma dei propri guadagni

E se il tuo reddito è modesto?

Avere introiti modesti non è una buona scusa per non risparmiare e creare il futuro che desideri.

Anche perché stabilità e indipendenza, per fortuna, non dipendono affatto da quanto guadagni.

Ci sono centinaia di esempi in rete che dimostrano come milionari siano finiti in bancarotta e persone del tutto normali abbiano realizzato i loro desideri.

Diventare economicamente indipendente, infatti, è più che altro un fatto di costanza e determinazione. Ma anche di fare le cose nel modo giusto.

Ne ho parlato a lungo quando ho affrontato l’argomento risparmio e reddito modesto, un articolo dedicato ai modi per ottimizzare le entrate. Troverai tanti suggerimenti utili da mettere in pratica subito.

Rimarrai sorpresa da quanto si possa fare con poco!

Conclusioni

Diventare economicamente indipendenti, non è una cosa per pochi e, magari, benestanti.

Anzi.

Il trucco è fare i giusti passi fin da subito.

Evitando di commettere errori grossolani come non fare budgeting o non conoscere con precisione la propria situazione finanziaria.

Sapere cosa entra ed esce dalle tue tasche, quanto puoi spendere e quanto sei in grado di risparmiare sono le basi della stabilità.

Dalla quale, con i giusti obiettivi, potrai diventare economicamente indipendente e creare il futuro che desideri.

Stai già prendendo in mano le redini della tua situazione finanziaria?

Scrivilo nei commenti qui sotto!

E’ tutto gratis!

Ah, dimenticavo…

Se questo post ti è stato utile continua a leggere il mio blog: troverai tanti altri contenuti, spunti e consigli pratici. Anche le risposte che cerchi.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy