Assicurazioni contro gli imprevisti

Infatti non vi è dubbio: assicurazioni sì, sempre, se vuoi vivere un futuro sereno e un percorso di indipendenza vincente!

E se, ancora, non ne sei convinta guarda qui:

La vita è come Monopoli: prima o poi capiti sulla casella “imprevisti”. Se ti arriva la carta “eseguite lavori di manutenzione” potrebbe pregiudicare la tua partita.

Potrebbe… Ma solo se non ti sei preparata ad affrontare gli inconvenienti.

Se, come me e tutti noi, non sai prevedere il futuro, l’unica cosa che puoi fare è tutelarti!

Come?

Stipula buone assicurazioni che ti proteggano dagli imprevisti.

Vuoi saperne di più?

Seguimi!

Che cos’è un’assicurazione e come funziona?

E’ lo strumento più comune con il quale mettersi al riparo dagli imprevisti della vita.

Si tratta di un contratto che fornisce garanzie e tutele per un bene, ramo danni, o per la vita di una persona, ramo vita, al verificarsi di uno specifico evento avverso ( incendio della casa, infortunio, etc).

Come funziona?

Si tratta di versare una quota, detta premio, in una soluzione unica o periodica, in cambio della quale la società assicurativa, al verificarsi dell’imprevisto, ti rimborserà il danno sulla base di quanto hai stipulato nel contratto.

Naturalmente esistono assicurazioni obbligatorie per legge. E’ il caso della polizza RC Auto che copre gli eventuali danni involontari che potresti causare alla guida della tua auto o moto.

Le altre, tantissime, che assicurano molte tipologie di beni, non sono obbligatorie. Ma se vuoi tutelare la tua serenità ti consiglio di prendere in considerazione di stipularne almeno alcune.

Il mondo delle assicurazioni

Assicurazioni panoramica generale
Rami delle assicurazioni e tipologie

Chi sono gli attori di una polizza assicurativa?

  • Impresa assicurativa
  • contraente, cioè chi firma il contratto e paga il premio
  • assicurato, ovvero l’oggetto o persona esposta al rischio
  • beneficiario, colui che riceve il risarcimento

Quanti tipi di assicurazione ci sono?

Sostanzialmente due grandi famiglie, rami, in gergo:

  • Ramo danni
  • Ramo vita
Assicurazioni danni

Comprende tutte quelle polizze che ti permettono di avere un risarcimento in caso di danno a cose, persone o patrimonio.

Appartengono a queste:

  • Danni alle cose. Ad esempio furti, incendio, calamità naturale
  • Sinistri alle persone come infortuni o malattie che impediscano all’assicurato di produrre reddito o creino disagio economico
  • Danni al patrimonio. Questa particolare categoria copre situazione quali la perdita del lavoro, la riduzione del reddito o spese inaspettate come le spese mediche.
Ramo vita

Copre eventi che riguardano direttamente l’assicurato come la morte o l’invalidità. L’assicurazione, in questo, caso versa una certa somma o una rendita al beneficiario nel caso in cui si verifichi un certo evento.

Lo scopo di questa assicurazione è garantire un capitale nel momento in cui la fonte di reddito, per un imprevisto, venga a mancare .

Ti faccio alcuni esempi “vip”.

Celine Dion ha assicurato le sue corde vocali per 1 milione di dollari.

Cristiano Ronaldo ha gambe che valgono 100 milioni di dollari.

E che dire della nostrana e bellissima Monica Bellucci? La sua scollatura vale ben 5 milioni di dollari.

Gli esempi sono infiniti. Divertiti, se vuoi, a cercarli.

Il messaggio, comunque, è sempre uno: assicura quello che ti dà “da mangiare” perchè non sai quello che può succedere!

Tornando alle polizze assicurative, quelle più comuni, cioè quelle che interessano noi comuni mortali sono:

  • Polizza vita: alla scadenza del contratto, sehai la fortuna di essere ancora viva, l’assicurazione ti verserà un capitale o una rendita. Questo è un vero e proprio investimento che dovresti prendere in considerazione. Con un solo versamento hai la possibilità di tutelare i tuoi cari in casi avversi, ma anche di risparmiare e al termine trovarti un bel gruzzolo.
  • Polizza in caso di morte: in questo caso l’assicurazione assegnerà un indennizzo al beneficiario che hai nominato al momento della stipula del contratto ( che puoi, comunque, cambiare in corso d’opera ogni volta che vuoi)
  • Polizza mista: comprende contemporaneamente le prime due.

Quali assicurazioni è bene stipulare?

Assicurazioni: rifletti e fai le tue ricerche

Questa è una di quelle domande a cui è molto difficile dare una risposta giusta, perchè, in realtà dipende da te, dal tuo stile di vita e dalle tue possibilità. Come dipende da te la scelta della compagnia con la quale stipulare il contratto.

Rifletti accuratamente sulle tue esigenze e prenditi tempo per fare ricerche approfondite. Il web è una fonte inesauribile di materiale. Qui ti linko il più grande sito di assicurazioni per farti un’idea di massima. Poi rivolgiti direttamente alle compagnie presenti sul territorio. Confronta le varie opzioni e scegli quella più adeguata a te.

Personalmente, io non bado a spese quando si tratta di tutela. Naturalmente cerco le migliori offerte, come tutti, ma mi salvaguardo al massimo per ciò che riguarda danni e vita. Tuttavia, come ti dicevo, è una scelta strettamente personale.

Un consiglio, però, mi sento di dartelo.

Spesso, chi è in affitto, non pensa a stipulare assicurazioni sulla casa. Questo deriva dalla credenza errata che si è responsabili solo se si è proprietari.

Non è così.

Sebbene non sia obbligatoria, è importante ricordare che protegge l’inquilino in due casi piuttosto frequenti:

  • Danni provocati involontariamente a terzi, siano essi cose o persone.
  • Danni provocati alla struttura, compresi incendi e scoppi

E’ evidente come stipulare l’assicurazione sulla casa sia un modo efficace per garantire la tua serenità, anche se sei inquilino, e prevenire imprevisti economici che potrebbero, come nel Monopoli, pregiudicare l’esito della tua partita.

Concludendo: perchè un’assicurazione?

Perchè vuol dire delegare a qualcuno, la compagnia assicurativa, l’impegno economico di un danno. Questo è uno dei pochissimi casi, in finanza personale, in cui non solo puoi, ma devi delegare!

So che stai già pensando che quel danno è poco probabile che si verifichi. Dici bene, poco probabile, non impossibile. Se sfiga vuole che accada, può avere conseguenze economiche anche gravi e sparigliare le carte in tavola.

Sei pronta a rinunciare al tuo percorso verso l’autonomia economica?

Prenditi tutto il tempo che desideri per meditarci sopra e, se ti va di condividere con me le tue conclusioni, contattami, sarò felice di partecipare alle tue riflessioni!

Non dimenticare di continuare a seguire il mio blog, alla ricerca di idee utili per il tuo percorso di libertà.

A presto

Emi

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.