4step per migliorare l'approccio al denaro

Che approccio hai al denaro?

Una cosa è certa.

I soldi fanno parte della vita e abbiamo a che fare con loro ogni giorno, sia che si voglia o meno.

MA ti sei mai chiesta quanto questi influenzino le nostre scelte, le nostre relazioni e il nostro futuro?

Oggi voglio parlarti di come questi “pezzetti di carta” senza alcun valore reale, se non quello che noi attribuiamo loro, in realtà siano il motore delle nostre vite, le influenzino e ne siano influenzate. Voglio parlarti soprattutto di come, con pochi, semplici passi, ognuno di noi possa modificare il proprio rapporto e migliorare enormemente la nostra intera esistenza.

Sei curiosa?

Andiamo

Denaro ed emozioni

Atteggiamento e modalità di gestione delle finanze determinano la qualità delle nostre vite: sta a noi decidere in che modo.

La relazione che ognuno di noi ha con il denaro è personale e affonda le radici nell’infanzia e, anche, anzi soprattutto, nelle generazioni precedenti. La società costituisce, invece, la struttura culturale in cui ci muoviamo: la scatola dentro la quale noi mettiamo l’educazione ricevuta e le convinzioni che ci siamo costruiti sulle cose.

Emozioni, azioni e convinzioni che attuiamo costantemente, dipendono da questo pacchetto e riguardano qualsiasi cosa, anche l’approccio ai soldi.

Proviamo a fare chiarezza.

La relazione che instauri con il denaro è come qualsiasi altra relazione.

Pensa ad una persona che non ti è particolarmente simpatica e suscita in te emozioni negative: quando la incontri fai di tutto per liberatene nel più breve tempo possibile.

Lo stesso vale con i soldi. Se hai la convinzione che siano qualcosa di “sporco” ( credimi è una delle convinzioni inconsce più frequenti che ci portiamo dietro fin dall’infanzia) fai di tutto per liberatene velocemente. Spendi e non presti attenzione.

Dall’altra parte, però, la nostra base culturale ci insegna che “più hai, più vali”. e la tua autostima si allinea con questo punto di vista.

Metti insieme questi due opposti e hai la combinazione perfetta per il disastro: spendo ( mi libero di una cosa sporca) e acquisto beni che sottolineano il mio status sociale. Risultato: soldi finiti e lo stipendio non basta a far fronte alle esigenze quotidiane.

Hai agito sull’onda delle emozioni e delle tue convinzioni. Ti sei lasciata trascinare, ma puoi porre rimedio.

Infatti, se quella con il denaro è una relazione come qualsiasi altra, cambia costantemente e si adegua ai valori, necessità ed esigenze che via via incontriamo durante il nostro percorso di vita. Quindi è possibile migliorarla qualora tu lo decida. Curarla, nutrirla e coltivarla significa fornire quegli apporti giusti per farla crescere allo scopo di raggiungere benessere, serenità e indipendenza economica.

Si tratta, insomma, di creare la giusta mentalità, con la quale relazionarti in modo sano ai soldi per raggiungere i tuoi obiettivi.

Vediamo come.

4 step per migliorare il tuo approccio al denaro

Migliora l'approccio al denaro

Primo step

Individua le tue convinzioni sul denaro e i tuoi comportamenti ricorrenti.

Il tuo approccio al denaro dipende da te.

Tutto parte da noi. Senza questo primo passo non si arriva da nessuna parte.

  • Rievoca i tuoi ricordi infanzia e fai domande alla tua famiglia di origine rispetto alle loro convinzioni e giudizi. Cerca di farti un’idea di quali sono le tue convinzioni di partenza.
  • Risparmi o spendi tutto quello che guadagni? Sei impulsiva negli acquisti o valuti prima? Che emozioni provi quando pensi o parli di denaro? Tendi a giudicare le persone sulla base del loro status? Delinea i tuoi comportamenti ricorrenti.

Prenditi il tempo necessario e svolgi questo lavoro di investigazione su te stessa. Ripetilo periodicamente e raccogli tutte le informazioni. Ti stupirai di quanto il tuo comportamento finanziario sia legato a questi pochi dati.

Una volta che hai fatto chiarezza sei pronta per passare allo step successivo.

Secondo step per migliorare il tuo approccio al denaro

Cambia mindset e sviluppa una mentalità di abbondanza

“Sembra facile, ma….”, mi dirai tu!

No, non lo è, ma non è nemmeno così difficile.

Aver raggiunto la consapevolezza che le convinzioni che hai sviluppato vanno cambiate è un enorme traguardo. Da qui in poi è tutto più facile.

Il tuo approccio al denaro dipende in larga parte dal tipo di mindset che hai acquisito.

Sviluppare la mentalità dell’abbondanza significa abbandonare sentimenti come ansia, paura, preoccupazione e attaccamento a favore di un mindset orientato a cogliere tutte le opportunità che potenzialmente possono fare la differenza.

In che modo?

  • Definisci i tuoi standard. Qual’è la tua idea di abbondanza? In quale situazione si identifica? Cerca di visualizzare la condizione che vorresti raggiungere senza farti condizionare dalla tua situazione attuale e dagli esempi che ti circondano. Richiama alla memoria quest’immagine quanto più spesso puoi. Questo è un esercizio molto potente che ti permette di impostare nuovi filtri mentali e ti aiuta a prendere decisioni migliori.
  • Smantella la mentalità di mancanza. Cambia le parole con cui ti rivolgi a te stessa e al denaro: evita di utilizzare frasi come “non posso permettermelo” o “sono povera” (anche per scherzo) e sostituiscile con parole potenzianti.
  • Gratificati. Spezza la routine del tuo budget concedendoti un premio ogni tanto. Ti aiuterà a lasciare andare i sentimenti di attaccamento e di scarsità
  • Coltiva la gratitudine. Troppo spesso, concentrati su quello che vorremmo, ci dimentichiamo di ciò che in realtà abbiamo. Prenditi 5 minuti al giorno ed elenca ciò che hai ricevuto nell’arco della giornata. Sentirsi “abbondanti” attira altra abbondanza

Sei pronta per il terzo step.

Terzo step

imparare ad investire migliora l'approccio al denaro

Impara ad investire anzichè spendere

Tranquilla non sto parlando di investimenti sul mercato finanziario: parleremo anche di questo, ma non ora.

Quando compri qualcosa spendi o investi?

Ogni acquisto è al tempo stesso spesa e investimento. Ti faccio un esempio.

Decidi di acquistare un computer: ti serve per il lavoro o ti fa piacere possedere l’ultimo modello? Nel primo caso è un investimento nel secondo una spesa.

Senza nessun giudizio sulle motivazioni, è evidente che affrontando una spesa finalizzata ad investire ne trarrai un guadagno, in questo caso, migliori performance sul lavoro e una possibile promozione con relativo aumento di stipendio. Viceversa ti sarai gratificata, legittimamente, ma finisce lì. Un buon approccio al denaro è saper bilanciare queste due parti in modo che il sistema resti sempre in equilibrio.

Ovviamente questa distinzione è molto personale, ma fermarsi a riflettere aiuta a a prendere consapevolezza delle azioni.

Quarto step per migliorare il tuo approccio ai soldi

Organizza il tuo appuntamento speciale con il denaro

Giuro, non sto scherzando!

Accendi una candela profumata, rendi la scrivania o l’ambiente confortevole e recati al tuo appuntamento… con il denaro!

Esattamente come nelle relazioni personali dove ci si incontra e confronta, si discute e si fanno crescere i rapporti, allo stesso modo devi fare con le tue finanze.

Stabilisci un giorno alla settimana o mese, come preferisci, e rivedi li bilancio del periodo per capire a che punto sei e quanto sti stai impegnando per raggiungere i tuoi obiettivi e per cambiare la tua mentalità.

Non hai idea di quanto questa, apparentemente superficiale, azione sia importante per migliorare il tuo rapporto con il denaro.

Conclusioni

Per migliorare il tuo approccio al denaro, devi instaurare un buon rapporto con lui. Proprio come accade nelle relazioni interpersonali, devi conoscere prima te stessa e partendo da te costruire la giusta mentalità che faccia funzionare il ménage. Devi anche accertarti che la relazione venga curata, nutrita e coltivata. Vivi il bilancio settimanale o mensile come un’occasione per confrontarti e migliorare le tue performance.

Prendi atto che nessuno al di fuori di te può decidere la vita che vuoi vivere e che cosa fare per ottenerla. Migliorare il tuo approccio al denaro è la decisione che può davvero fare la differenza in questo percorso.

Eccoci ai saluti.

Se vuoi condividere le tue riflessioni contattami: sarò lieta di confrontarmi con te. Non dimenticare di continuare a leggere il mio blog

A presto

Emi

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.